Domenica 1 Luglio
22, 23, 24 giugno
1 e 2 settembre a Brescia !
Bedizzole, Brescia, Trento, Novaggio (CH)
le date e i luoghi
E' finalmente arrivato lo sgabello per star seduti comodamente in terra: piccolo, leggero e indistruttibile
un'efficace meditazione di 15 minuti

mistral

 

Mistral è il nome antico del maestrale. Deriva dall'antico provenzale "maestral", essendo un vento proveniente da una direzione "maestra", principale, come quella della città eterna.


Nata nei primi anni del nuovo millennio si è subito guadagnata un posto d’onore. Infatti piace davvero a tante persone, con il suo suono molto caldo ed armonioso, dolce e profondo, con tanti delicati armonici. Qualcuno dice che ha un suono angelico.


Per la forma mi sono ispirato a un’astronave; la vela, per equilibrare  le forme tondeggianti degli altri elementi, è un triangolo a forma di arpa, sostenuta dalla parte opposta da un anellino triangolare che punta verso l’alto.

 

Il legno che uso è il Cipresso, essenza sacra ed elevante, dal profumo di resina intenso, è naturalmente resistente all’umidità e alle tarme.

Nel 2017 ne ho fatte alcune di Tasso, un legno che si abbina bene alla versione con le canne nere.

 

 

L'accordatura: scala pentatonica di SOL, la nota della nostra madre terra.

Note: SOL - MI - RE - SI - LA - SOL

 

 

Avviso: i video sono stati fatti con mezzi casalinghi, i microfoni delle videocamere sono molto limitati e riescono ad acquisire soltanto una parte delle frequenze.

Perciò l'ascolto dal vivo risulta più gustoso, le note più belle, gli armonici più caldi ed elevati.

 

 

 

 

 

 

Le vernici sono ecologiche (non quelle all'acqua che inquinano ancora più delle altre e sono molto tossiche!)

 

 


Il metallo è alluminio pallinato.

Non è trattato perchè è un processo che prolunga di qualche anno l'aspetto esteriore delle canne ma è molto inquinante.

Soltanto la versione nera è anodizzata.

 

 

Misure:

Lunga tra 100 e 110 cm

Larga 20-22 cm

NB: a volte qualcuno è preoccupato delle dimensioni, che servono di una certa misura per avere pienezza, profondità e ricchezza di suoni. In realtà gli spazi che le campane a vento occupano (anche in casa) non sono gli stessi dei mobilio delle sedie.... possono essere messe in spazi che non sono calpestabili, come ad esempio negli angoli, sopra la tavola, sopra lo schienale di un divano, sopra un tavolino....

E vi posso dire che io ne ho una sullo stipite della porta della cucina, all'altezza delle spalle, ci passo di fianco ogni volta che passo di lì, questo mi permette di godere appieno dei suoi suoni !

 

Scambio: 230 €ureka (gli €ureka sono euro che fanno felici chi scambia qualcosa di bello e utile: questa transazione fa felice chi li dà e chi li riceve, con l'augurio, ad entrambe, di riceverne 7 volte 7, alla settima potenza, per il proprio bene e quello della vita di questo meraviglioso Pianeta).

 

La tua felicità salverà il mondoooo!

 

Più sotto le fotografie di Mistral (dalle foto le canne sembrano dorate, in realtà sono argentate!)