Equinozio e LunaPiena
Brescia, Trieste, Bergamo
E' finalmente arrivato lo sgabello per star seduti comodamente in terra: piccolo, leggero e indistruttibile
un'efficace meditazione di 15 minuti

biovoce

 

 

 

Biovoce

 

 

 

La voce parla di noi, al di là delle parole…
sentire qualcuno al telefono, semplicemente
ascoltando la sua voce di quel momento,
ci fa capire come sta…
La voce, con le infinite vibrazioni sonore che possiamo produrre,
tocca e massaggia tutto il nostro Essere
dandoci la possibilità di migliorare il nostro benessere.
Una voce piacevole da ascoltare,
appartiene a chi a rimosso gli ostacoli al benessere

 

La voce è davvero un potente strumento
attraverso il quale conoscere noi stessi,
avere intuizioni,  risvegliare l’energia.


Senza forzare, con dolcezza, con accettazione e comprensione,
ci si lascia andare,
imparando sempre più a onorare l’Adesso.


Piccole cose, come ad esempio le vocali, il nostro nome;
e semplici movimenti, accompagnati dalla voce,
ci permettono di contattare facilmente
la nostra parte sacra, profonda.

 

Come sempre, è difficile spiegare queste cose
a chi non ne ha fatto esperienza…

io ci ho provato!

 

 

 

 

 

IL METODO BIOVOCE:

 

 



Ideato da Roberto Liradelfo, conduttore e formatore in Belgio.

Biovoce propone un lavoro di sviluppo personale basato sul lavoro della voce.

Il lavoro della voce con il suo effetto vibratorio risveglia la zona del cuore in profondità.

Scioglie i nodi, libera e porta calore.


La voce è come il suono di un violino : non sono le corde a fare un Stradivarius, ma il suo corpo. Più sarà aperta la cassa di risonanza del nostro corpo, e più saranno fluide le emozioni e i pensieri, meglio suonerà la voce con dolcezza, armonia e potenza.

Per aprire la voce bisogna dunque aprire il corpo, la mente ma sopratutto il Cuore.

Aprirsi a Sè: riconoscere, accettare la realtà del nostro respiro trattenuto, delle nostre tensioni fisiche, che ci fanno soffrire. Riconoscere la nostra mente troppo critica, troppo esigente verso noi stessi. Questo è il primo passo, il più difficile. Poi ci si può aprire all’Amore verso noi stessi, sciogliere queste tensioni fisiche, saper esprimere le nostre emozioni e comunicarle in un modo giusto, cambiare la nostra mente ed imparare a sentirsi bene con noi stessi ….

 

per poi Aprirsi all’Altro!

 

 

Il metodo Biovoce ha la caratteristica di essere ludico e creativo: si impara giocando, con leggerezza e spontaneità, senza forzature... ma al tempo stesso è profondo ed efficace! Gli esercizi proposti variano da:

  • Esercizi corporei e vocali di rilassamento e di scioglimento delle tensioni e dei blocchi del canale della voce e del respiro.

 

  • Movimenti coscienti con la voce per aprire le nostre casse di risonanze e radicarsi per l’appoggio della voce.

  • Giochi vocali creativi.

  • Giochi relazionali corpo-voce.

  • Giochi con le emozioni con cui impariamo ad esprimerle e gestirle meglio.

  • Acting metaforici che propongono al nostro inconscio altre attitudine e comportamenti che ci aiutano a sviluppare nuove capacità.

  • Improvvisazioni di canti.

  • Esercizi di ascolto.

  • Interpretazione di canzone scelte dai partecipanti.

  • Pratica di mantra e di suoni armonici (2).

  • Rilassamento sostenuto con voce e suoni armonici.

  • Meditazione varie

  • Momenti di parola autentica e di ascolto reciproco.



 

Biovoce offre un'esperienza di apertura verso Se stessi e gli altri attraverso il lavoro della voce, che coinvolge tutte le dimensioni dell'essere: fisico, emotivo,energetico, mentale, spirituale e relazionale in una prospettiva rispettosa e vera.
L'apertura della voce diventa cosi una metafora vissuta dell'apertura dell'Essere. Attraverso
esercizi accessibili a tutti ed applicabili ogni giorno, Biovoce ci aiuta a sciogliere tensioni di varia natura ed a ristabilire un buon flusso energetico. Risultato? aumento di vitalità, ascolto migliore di Sè stessi e degli Altri, incremento del senso di fiducia nella capacità di parlare e comunicare, senso di Pace Interiore.
Il corso prende spesso l'aspetto di un gioco, per farci evitare gli scogli della nostra mente troppo rigida o critica.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi:

Share